Centrali Next porta a termine la collaborazione con dena


Pubblicato: 17. Aprile 2019

Centrali Next, sussidiaria italiana di Next Kraftwerke, conclude con successo una collaborazione di un anno con l'agenzia energetica Tedesca (dena), nell’ambito del programma “dena Renewable Energy Solutions”. Come parte del progetto, Centrali Next ha consolidato l'accesso al mercato dell’energia per le risorse energetiche rinnovabili aggregandole in una centrale elettrica virtuale.

Centrali Next è stata fondata a maggio 2017. L'anno scorso ha collaborato con dena per stabilire una migliore comprensione del mercato italiano della produzione distribuita di energia rinnovabile.
Oggi Centrali Next aggrega oltre 390 MW da un totale di 44 unità. Queste unità sono costituite da impianti eolici, solari e idroelettrici. Centrali Next monitora l’immissione di energia di tutti gli impianti collegati tramite le interfacce software o tramite l’unità di monitoraggio e controllo da remoto "Next Box". I dati raccolti vengono quindi utilizzati dagli analisti presso la piattaforma di negoziazione di Next Kraftwerke per calcolare previsioni precise per ogni singolo impianto e per ridurre al minimo i potenziali costi di sbilanciamento, rendendo così l’operatività degli impianti più redditizia per il proprietario. La connessione a ciascun impianto è realizzata tramite VPN criptate su gruppi di utenti chiusi nella rete GPRS, garantendo la massima sicurezza. L'energia prodotta da fonte rinnovabile viene scambiata da Next Kraftwerke nei mercati MGP (Mercato del Giorno prima) e MI (Mercato Infragiornaliero) della borsa elettrica italiana gestita dal GME.
"La collaborazione con dena è stata davvero fruttuosa. Abbiamo acquisito molte informazioni sul mercato italiano dell'energia rinnovabile e dena ci ha aiutato moltissimo lungo questo percorso", aggiunge Filippo Cantelmi, che dirige lo sviluppo del business di Centrali Next. "Basandoci sull'esperienza nel connettere gli impianti alla centrale elettrica virtuale in Italia, i nostri prossimi passi includono l'accesso alle opportunità che stanno emergendo dal Mercato per il Servizio di Dispacciamento (MSD) in Italia. Centrali Next parteciperà al progetto pilota UVAM (Unità Virtuali Abilitate Miste) di Terna per fornire servizi ancillari alla rete elettrica italiana. Attività che la casa madre attualmente fornisce già a sette TSO (Operatori di rete) in Europa, pronta quindi a portare la propria esperienza e il proprio know how anche nel mercato italiano”.
Gabriele Eichner, Team Leader International Pilot Projects di dena, aggiunge: "Per garantire una fornitura di energia elettrica affidabile, economica ed ecologica, abbiamo bisogno di pionieri che sviluppino nuove idee imprenditoriali e concetti commercializzabili. Siamo onorati di poter accompagnare Next Kraftwerke e la loro affiliata italiana per una parte del loro percorso e riteniamo che, nel prossimo futuro, il know-how tedesco non sarà utilizzato solo per i servizi di direct marketing, ma anche per contribuire alla stabilizzazione della rete in Italia.”


Autore:

Centrali Next è la filiale italiana della società Next Kraftwerke Gmbh, con sede a Colonia. Next Kraftwerke è operatore di Virtual Power Plant su larga scala e trader certificato in vari mercati europei (ad esempio EPEX, EEX, IPEX). Operiamo come trader nei mercati elettrici garantendo la massima copertura dei rischi e massimizzando i guadagni per i nostri clienti. Next Kraftwerke è stata fondata nel 2009. Ad oggi la VPP connette circa 5140 unità di produzione e consumo di elettricità con una potenza di oltre 4032 MW, con un trend di forte crescita. All’interno della VPP abbiamo aggregato impianti di vari tecnologie quali biogas, biomasse, impianti eolici, fotovoltaici, cogeneratori e generatori d'emergenza. Attraverso l’aggregazione delle unità, abbiamo creato una grande piattaforma digitale di produttori e consumatori flessibili di energia.