La curva dell'ordine di merito

I mercati elettrici sono gestiti da un intermediario al quale produttori e consumatori inviano le loro offerte. In Italia tale figura è costituita dal Gestore dei Mercati Energetici (GME). Il meccanismo per determinare il cosiddetto equilibrio dei prezzi e dei volumi nella borsa elettrica si basa sulla curva dell'ordine di merito. Sia il Mercato del Giorno Prima (MGP) che il mercato Infragiornaliero (MI) utilizzano questa metodologia per determinare i prezzi e i volumi di energia accettati.

L'ordine di merito come base del meccanismo del mercato del giorno prima

Nei mercati a pronti italiani il periodo rilevante è l’ora.

Per ogni periodo rilevante si costruiscono le curve dell’offerta e quelle della domanda.

La prima raccoglie le offerte di produzione; ha una pendenza positiva, in quanto le offerte sono disposte a partire dalla più economica (la più a sinistra), a crescere di prezzo. Si può notare come la disposizione delle offerte rispecchi i costi di generazione associati alle diverse tecnologie. Gli impianti da fonte rinnovabile sono caratterizzati da costi marginali molto bassi (quasi nulli), quindi “spingono” più a destra nella curva le offerte di impianti da fonte non rinnovabile, riducendone la potenza contendibile a mercato. Gli impianti nucleari (dove presenti) hanno un costo marginale basso; a salire di prezzo, ci sono gli impianti a carbone (convenienti qualora non siano introdotte significative “carbon tax”), gli impianti a ciclo combinato (caratterizzati da una flessibilità molto superiore rispetto agli altri impianti base load) e poi impianti più costosi, come le turbine a gas semplici o i motori diesel/olio combustibile che sono impiegati spesso per coprire i picchi di domanda.

Un'immagine della curva dell'ordine di merito è fornita nella figura a seguire.

Merit order curve

Analogamente alla formazione della curva dell’offerta, il gestore del mercato raccoglierà le offerte di acquisto, formando la curva della domanda, con pendenza negativa.

L'intersezione tra le due curve rappresenta il punto di equilibrio di prezzi e volumi.
Questo prezzo di equilibrio sarà quello pagato (per la vendita) o da pagare (in acquisto) da tutti i partecipanti le cui offerte siano state accettate.

Analizzando la curva dell'ordine di merito, si noterà che un aumento delle offerte da parte di impianti da fonte rinnovabile tende ad abbassare il prezzo di equilibrio (a parità di curva della domanda) spingendo le unità più costose fuori dal mercato. Questo è il motivo per cui i prezzi nei mercati all'ingrosso nella maggior parte dei mercati europei sono calati fortemente da quando i Paesi membri hanno sostenuto politiche energetiche in favore della generazione da fonte rinnovabile.
Nonostante il prezzo nei mercati sia diminuito sensibilmente, questo beneficio non è stato percepito chiaramente dai consumatori (industriali e domestici). Ciò è dovuto al fatto che la componente energia pesi meno della metà del prezzo totale.