The power of many

La mia Centrale +39 345 710 9624

Tutto sull'argomento Conoscenza

Hub della conoscenza / Conoscenza / Mercati europei dell'elettricità / Riserve di potenza

Che cos’è l’Electricity Balancing Guideline europea (EB-GL)?

Che cos'è l’Electricity Balancing Guideline europea (EB-GL)?DefinizioneL'Electricity Balancing Guideline (EB-GL) è un regolamento della Commissione Europea che ha lo scopo di consentire e regolamentare lo scambio agevole dell'energia di bilanciamento attraverso i confini interni dell'UE. Entrata in vigore con il Regolamento 2017/2195, il regolamento definisce il quadro per lo scambio e il commercio di energia di bilanciamento ai fini della stabilizzazione della rete elettrica nell’intero sistema del mercato elettrico europeo. L'obiettivo è un mercato paneuropeo per i servizi di sistema che abbia una struttura di mercato armonizzata e uno scambio non discriminatorio di energia di bilanciamento, senza barriere di mercato. In questo modo i gestori dei sistemi di trasmissione (TSO) potranno acquistare l'energia di bilanciamento con una maggiore efficienza, sicurezza ed economicità.
Leggi tutto
Hub della conoscenza / Conoscenza / Centrale elettrica virtuale / Energie rinnovabili / Mercati europei dell'elettricità / Mercato dell'elettricità / MSD / Scambio di energia

Mercato Intraday (MI)

Come funziona il Mercato Intraday (MI) ?DefinizioneIl Mercato Intraday o Mercato Infragiornaliero (MI) fornisce un ambiente di negoziazione infragiornaliero che permette agli operatori del sistema elettrico italiano di commerciare le loro posizioni infragiornaliere. A differenza del Mercato del Giorno Prima (MGP), i trader di energia elettrica possono scambiare volumi di energia elettrica sul MI nello stesso giorno. Nel sistema elettrico italiano il Mercato Intraday lavora a stretto contatto con il MGP e il Mercato dei Servizi di Dispacciamento (MSD) in uno schema commerciale fisso. Si possono così evitare fin dall'inizio o eliminare con prontezza possibili fluttuazioni e congestioni nella rete.
Leggi tutto
Hub della conoscenza / Conoscenza / MSD / Riserve di potenza

Mercato per il servizio di dispacciamento per tutti: Unità virtuali abilitate miste (UVAM)

Mercato per il servizio di dispacciamento per tutti: Unità virtuali abilitate miste (UVAM)DefinizioneIn Italia, l’accesso al mercato dei servizi di dispacciamento (MSD) è riservato principalmente alle grandi centrali elettriche e alle utenze a partire da 10 MVA. Tuttavia, anche piccoli produttori di energia, piccole utenze e sistemi di accumulo possono contribuire con la loro flessibilità alla stabilizzazione della rete elettrica. Questo è esattamente ciò che i progetti pilota UVAM intendono realizzare: mediante prove pratiche sul campo, produttori, utenze e sistemi di accumulo a livello periferico saranno integrati nel MSD. La trasmissione remota dei dati consente così di integrare non solo singoli impianti, ma anche aggregazioni sotto forma di Centrali Elettriche Virtuali.
Leggi tutto
Hub della conoscenza / Conoscenza / MSD / Riserve di potenza

Riserve di potenza

Riserve di potenzaDefinizioneGestori della rete di trasmissione come Terna si servono di riserve di potenza per bilanciare le fluttuazioni nella rete generate da un lato dalla potenza di immissione di energia solare ed eolica in continuo cambiamento, dall’altro da sovraccarichi di rete locali e regionali. La frequenza di rete sale o scende in base alla presenza di troppa o troppa poca energia nella rete. Il gestore della rete di trasmissione è tenuto a regolarla impiegando riserve positive per accrescere la frequenza o riserve negative per diminuirla.  

La predisposizione di riserve di potenza avviene tramite i produttori di energia, gli impianti di accumulo (impianti di pompaggio, in crescita anche lo stoccaggio in batteria) e i grandi consumatori di energia italiani. Sul fronte dei produttori non partecipano soltanto le grandi centrali elettriche, ma per l’erogazione di alcuni servizi anche gli impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, che si aggregano nelle centrali elettriche virtuali in cosiddetti pool di energia (“aggregazioni”) per contribuire alla predisposizione di risorse di bilanciamento e alla gestione di eventuali congestioni. Attualmente si sta lavorando a una progressiva liberalizzazione dei limiti di ingresso per il mercato del bilanciamento italiano.
Leggi tutto
Hub della conoscenza / Conoscenza / Centrale elettrica virtuale / Energie rinnovabili / Mercato dell'elettricità / MSD / Riserve di potenza

Mercato dei Servizi di Dispacciamento (MSD)

Come funziona il Mercato dei Servizi di Dispacciamento (MSD)?DefinizioneIl Mercato dei Servizi di Dispacciamento (MSD) è il marcato italiano che approvvigiona le risorse necessarie alla gestione e al controllo del sistema. Si articola in due mercati: il Mercato dei Servizi di Dispacciamento (MSD) ex ante per contratti a termine e il Mercato del Bilanciamento (MB) per il commercio infragiornaliero di riserve di potenza. Entrambi i mercati costituiscono così in un modello semplificato il mercato dell’energia elettrica: il MSD ex ante è comparabile al Mercato del giorno prima (MGP), il MB invece al Mercato infragiornaliero (MI).  

Il MSD ex ante e il MB lavorano a stretto contatto con il MGP e il MI in uno schema commerciale fisso che si ripete ogni giorno. Il gestore della rete di trasmissione Terna intende così bilanciare con prontezza e soprattutto nel modo più economico possibile fluttuazioni e congestioni nella rete, in particolar modo tra nord e sud Italia.
Leggi tutto
Hub della conoscenza / Conoscenza / Mercati europei dell'elettricità / Mercato dell'elettricità

Che cos’è un mercato energy-only (EOM)?

Che cos’è un mercato energy-only (EOM)?Definizione

Per risalire alla nascita del mercato energy-only (EOM) non occorre andare lontano: a partire dalla liberalizzazione dei mercati dell’energia alla fine degli anni Novanta, in tanti paesi europei si è affermato il mercato energy-only quale design del mercato dell’energia elettrica. Il mercato energy-only e il mercato della capacità si contrappongono sul piano concettuale: un mercato energy-only remunera soltanto l’energia effettivamente prodotta, un mercato della capacità remunera invece anche la disponibilità di capacità produttiva di energia. 

Al fine di garantire la sicurezza dell’approvvigionamento e la stabilità della rete elettrica, esistono soluzioni diverse per garantire flessibilità al sistemacome ad esempio il Mercato del Bilanciamento (quello che in Italia è il Mercato dei Servizi di Dispacciamento, MSD) che integrano il mercato energy-only. Inoltre esistono spesso altre soluzioni di mercato come ad esempio il Mercato della Capacità.
Leggi tutto
Hub della conoscenza / Conoscenza

Power Purchase Agreement

Cos'è un Power Purchase Agreement (PPA)?DefinizioneUn Power Purchase Agreement (PPA) è un accordo di fornitura di energia elettrica a lungo termine tra due parti, di solito tra un produttore di energia elettrica (seller) e un consumatore o distributore di energia elettrica (buyer). I PPA definiscono nel dettaglio tutti i termini e le condizioni per la vendita e l'acquisto di energia elettrica, compresi il volume di elettricità da fornire, i prezzi negoziati, il bilanciamento tra produzione e consumi e le penali in caso di inadempimento del contratto. Trattandosi di un accordo bilaterale, il PPA può assumere varie forme ed essere adattato alle parti. Le forniture di energia elettrica possono essere fisiche o avvenire attraverso gruppi di bilanciamento. Poiché i PPA possono ridurre i rischi legati ai prezzi di mercato, sono utilizzati in particolare dai grandi consumatori di energia elettrica e nel caso di investimenti importanti previsti per la costruzione o il mantenimento di impianti di energia rinnovabile.
Leggi tutto
Hub della conoscenza / Conoscenza

VPP

Che cos’è una Centrale Elettrica Virtuale?DefinizioneUna Centrale Elettrica Virtuale (o VPP,  Virtual Power Plant in inglese) è un’aggregazione di unità  di generazione, accumulo e consumo decentralizzate nella rete elettrica e coordinate tramite un sistema di controllo centrale. Le unità possono essere produttori di energia elettrica quali impianti a biogas, centrali eoliche, impianti fotovoltaici, impianti di cogenerazione o centrali idroelettriche, consumatori di energia elettrica, accumulatori e impianti di conversione dell’energia  (energia in gas,  elettrolizzazione). Lo scopo della Centrale Elettrica Virtuale consiste nella rivendita nei mercati dell' energia elettrica e flessibilità dell'aggregato di impianti. Ogni attore, produttore o consumatore che sia, può costituire parte di una Centrale Elettrica Virtuale. La gestione dell' aggregato  è eseguita da un sistema di controllo centrale che mediante uno speciale algoritmo coordina non soltanto i singoli impianti, ma al pari di un’unica grande centrale elettrica  supporta il Gestore di rete per la fornitura di servizi per il bilanciamento e la regolazione, necessari per il funzionamento in sicurezza della rete. La Centrale Elettrica Virtuale è inoltre in grado di reagire in modo veloce ed efficiente ai segnali di prezzo provenienti dai mercati dell’energia e di modulare di conseguenza il funzionamento.
Leggi tutto
Hub della conoscenza / Conoscenza / Energie rinnovabili / MSD / Riserve di potenza

La flessibilità

La flessibilità – una risorsa sempre più importanteDefinizioneLa flessibilità rappresenta la capacità di incrementare o ridurre la produzione negli impianti di generazione o il consumo nei carichi. Si tratta di una risorsa preziosa per la sicurezza del sistema elettrico e nei mercati dell’energia e lo sarà ancor di più in futuro.
Leggi tutto
Hub della conoscenza / Conoscenza / Mercati europei dell'elettricità / Scambio di energia

L’ordine di merito

La curva dell'ordine di meritoDefinizioneI mercati elettrici sono gestiti da un intermediario al quale produttori e consumatori inviano le loro offerte. In Italia tale figura è costituita dal Gestore dei Mercati Energetici (GME). Il meccanismo per determinare il cosiddetto equilibrio dei prezzi e dei volumi nella borsa elettrica si basa sulla curva dell'ordine di merito. Sia il Mercato del Giorno Prima (MGP) che il mercato Infragiornaliero (MI) utilizzano questa metodologia per determinare i prezzi e i volumi di energia accettati.
Leggi tutto
... 2 ...